• Linguaggi di programmazione

    Anni di Esperienza

    Clienti

    Big Loft

    BLOG

    Usare WordPress per lavoro: 3 professioni che puoi svolgere

    Libero professionista o dipendente che tu sia, ti sarai chiesto almeno una volta perché usare WordPress per lavoro. Nel primo caso, essendo un freelance dovrai cercare da te dei clienti a cui sottoporre la tua bravura e creatività. Per farti conoscere a nuovi potenziali clienti dovresti avere un blog o un sito ben posizionato sui motori di ricerca. Creare un sito con WordPress, vuol dire essere a metà dell’opera perché oggi è il CMS open source più diffuso. Nel secondo caso, da dipendente di una piccola o grande realtà, ti saranno assegnati dei compiti ben definiti per raggiungere l’obiettivo aziendale.  Spesso questi compiti sono collegati alla visibilità del brand e volti ad intercettare il target di riferimento. Lavorare online e saper gestire i contenuti su WordPress, in una chiave seo-oriented, ti aiuterà ad ottenere dei risultati misurabili. Oggi, dunque, chi è in grado di usare WordPress, ha più possibilità di emergere nel mercato del lavoro (mercato fortemente competitivo). Per questo, i corsi di formazione professionale di Umana Academy a Roma, hanno l’obiettivo di fornirti conoscenze e strumenti per imparare ad usare WordPress per lavoro. Scopriamo in questo articolo 3 professioni che possono essere svolte dagli esperti di WordPress. Lavorare online: SEO Specialist È l’esperto di traffico online. Il suo compito è aumentare il profitto di un brand o azienda attraverso l’individuazione di trend di mercato, ottimizzazione di testi e siti individuando le keyword da usare per il posizionamento e per intercettare il target. Un SEO Specialist, deve in primis sapere come si struttura un sito, come modificarlo e gestirlo, come implementare dei plug-in nel CMS. Deve, pertanto, anche saper...

    Guida WordPress: differenza tra articoli e pagine su WordPress.

    Guida WordPress: qualche settimana fa, abbiamo iniziato a trattare questo argomento offrendovi i primi suggerimenti utili per imparare ad usare WordPress. Nel nostro precedente articolo, il primo passo per realizzare un sito o blog di successo e, soprattutto, per gestirlo con professionalità è formarsi. Un buon corso WordPress, come quello proposto da Umana Academy a Roma, è indispensabile per far la differenza sul mercato. Il primo tema della nostra mini guida è la differenza tra articoli e pagine su WordPress, il CMS più diffuso al mondo. Questa differenza tra pagine e post è fondamentale per lavorare bene su WordPress.  Guida WordPress: cos’è una pagina? Le pagine possono essere definite come gli elementi statici del vostro sito. Ad esempio, il Chi Siamo e i Contatti, per intenderci, sono pagine. Le pagine non contengono informazioni in aggiornamento e sono sempre accessibili dalla barra menu del vostro sito. Le piccole aziende spesso creano siti statici, in cui sono presenti solo pagine informative. Questo permette loro di avere una visibilità online. WordPress: cos’è un post? I post di WordPress contengono informazioni chiare e cronologiche su novità, risultati, eventi oppure possono rappresentare articoli pubblicati nell’area blog. I post servono a migliorare la posizione del sito o del blog nei risultati organici di Google. Differenza tra articoli e pagine su WordPress. Ecco alcune principali differenze su questo argomento: Tempo: i post o articoli su WordPress sono contenuti con una connotazione temporale, cioè la data in cui sono stati prodotti. Le pagine hanno vita a se stante, le potremmo definire “immortali”. Categoria: le pagine non hanno una categoria ne presentano tag, mentre i post vengono catalogati in...

    Come creare logo con Illustrator in 3 passaggi

    Il primo step, quando si avvia una attività, è creare un logo che rappresenti il nostro business. Il logo è in grado di comunicare molto della nostra azienda, pertanto una buona progettazione richiede un’immagine vincente in grado di essere apprezzata dal nostro target. In primis, il tuo logo ti permetterà di essere identificato dai tuoi consumatori o clienti. Di conseguenza sarai in grado di distinguerti dai competitor. Ma cos’è un logo? Un logo è formato da caratteri, forme e colori. Creare un logo può sembrare semplice. In realtà si richiedono creatività, competenze di un web designer e uno studio del mercato o settore di riferimento. Per avere un buon risultato, è necessario quindi che il nostro logo sia funzionale. Ecco dunque come creare logo con Illustrator in 3 passaggi. Oppure puoi sempre iscriverti al nostro corso Adobe Illustrator in partenza il 5 dicembre, informati ora leggendo il programma! 😉 #1 Creare logo con Illustrator: scegli il font giusto! Dopo una piccola analisi e/o post brief del tuo cliente, scegli il tipo di carattere che a tuo avviso è perfetto per esprimere la tua idea creativa e quindi il brand che vuoi rappresentare. Il consiglio è di impostare la font ad una dimensione tra i 60 e i 100 pt. Successivamente seleziona il font, clicca sul tasto destro del mouse e poi su crea contorni. In questo modo avrai vettorializzato il font. Selezionalo di nuovo, clicca sul tasto destro del mouse e poi fai clic sulla voce separa. Ora le tue lettere sono divise, quindi puoi creare il tuo logo con illustrator facilmente. Separale e posizionale seguendo il tuo estro...

    UMANA ACADEMY
    è in PARTENZA!

    CHIEDI INFO!