Ritocco da star: Photoshop vip prima e dopo.

Ritocco da star: Photoshop vip prima e dopo.

Photoshop vip prima e dopo: dal make-up al ritocco digitale…il passo è breve. Il software più amato dalle star, infatti, offre a tutti la possibilità di essere perfetti. Scopriamo in questo articolo il photoshop delle star. Photoshop: storia del programma di fotoritocco. La prima versione del programma di fotoritocco di Adobe fu lanciata nel 1990 dai fratelli John e Thomas Knoll, studenti dell’Università del Michigan e figli di un fotografo. Photoshop era stato pensato allora per il Mac; aveva la funzionalità di trasformare le foto in gradazioni di grigio su display monocromo. Jennifer in Paradise fu la prima fotografia “photoshoppata” della storia, cioè la prima ad essere ritoccata digitalmente. In questi 27 anni di Photoshop, sono stati introdotti strumenti e nuove funzioni come la versione app per mobile. Photoshop vip prima e dopo. Da una gallery postata sul sito Celebrity Red emergono alcune celebrity (famosissime e invidiate da molte donne!) prima e dopo l’uso di Photoshop.Photoshop vip prima e dopo: dalla affascinante Jolie a Jennifer Aniston, dalla grintosa Madonna alla giovane cantautrice Avril Lavigne. Tutte ricorrono al fotoritocco. Ma vi siete mai chiesti perché le star usano Photoshop? In realtà, chi lavora nel mondo della fotografia professionale non può non conoscere l’uso di Photoshop. Sia per l’editing fotografico che grafico, dopo uno shooting di moda, i professionisti necessitano di modificare le immagini post produzione e di poter aggiungere eventuali elementi esterni alle foto (testo, icone, ecc) o migliorare la scenografia. Questo non vuol dire photoshoppare in maniera eccessiva i vip. Sicuramente nello scatto naturale di una foto c’è l’essenza di ciò che si vuole comunicare; tuttavia lavorare sulla post...
Esempi di storytelling: come narrare storie di successo?

Esempi di storytelling: come narrare storie di successo?

I consumatori, i clienti e in generale le persone amano le storie. Oggi i brand cercano di attrarre l’attenzione degli utenti e di fidelizzarli attraverso la narrazione. Si parla così di storytelling aziendale o di storytelling marketing. Ma cos’è nello specifico lo storytelling? Scopriamolo nel nostro articolo con alcuni esempi di storytelling . Come fare storytelling? Fare storytelling è un’arte. Letteralmente infatti la parola significa arte di narrare e sta ad indicare la capacità di creare un racconto su ideali e valori aziendali. Una storia in grado di intercettare l’utente e suscitare un’emozione ricordabile e condivisibile (passaparola). Per fare storytelling è necessaria una strategia di successo fondata su: valori primari del brand, conoscenza approfondita del proprio target, fantasia (tanta!), visual content. ABC Copywriting ha realizzato un’ottima infografica per racchiudere gli elementi essenziali del narrare e la riuscita di una strategia fondata sullo storytelling marketing. Vediamoli di seguito: la fiducia delle persone che ascoltano o vivono la tua storia aziendale le emozioni suscitate con la narrazione l’identificazione del pubblico nel personaggio o racconto l’immersione totale del pubblico che vive in prima persona un’esperienza la familiarità, semplicità e riconoscibilità della storia la morale personale che si attribuisce alla storia o all’esperienza vissuta Esempi di storytelling Uno degli esempi di storytelling marketing più celebre è insito nella campagna pubblicitaria I’m Mac, I’m PC di Apple. Stili di vita a confronto, ironia, evocazione di valori e narrazione a puntate. Tutto è volto a dimostrare la necessità di avere un Apple per ottenere prestazioni e risultati eccellenti.  Altro esempio, è Lego che ha creato un vero e proprio film. I protagonisti di Lego Movie sono...
Usare WordPress: 5 ragioni valide per iniziare subito

Usare WordPress: 5 ragioni valide per iniziare subito

Usare WordPress: ti hanno detto che adottarlo per il tuo blog o sito corrisponde al salto di qualità decisivo? Eppure non sei ancora convinto dell’utilità e funzionalità di questa piattaforma per gestire i tuoi contenuti online. Ecco, allora, 5 ragioni valide per creare un sito con WordPress. Buona lettura! 😉 1) WordPress e Google: un matrimonio perfetto. Il primo motivo per usare WordPress è dato dal fatto che, nato come piattaforma di blogging, è codificato per essere ben indicizzato sui motori di ricerca. I vantaggi sono dati dal suo codice pulito e pensato in ottica seo. Inoltre, c’è una forte attenzione ad evitare forme di SPAM. 2) WordPress è facile da usare. Intuitivo, flessibile, facile da usare. Una soluzione ottimale per creare da zero il proprio sito web o blog di settore. Per diventare esperti WordPress si può frequentare il nostro corso WordPress Roma di 6 incontri; potrai creare il tuo sito web e imparare a gestire in autonomia contenuti ed immagini. Il corso è rivolto anche a chi non conosce il linguaggio di programmazione o le basi del design. Scopri il programma del nostro corso adesso!  3) WordPress è gratis. WordPress è un software online e open source, pertanto migliaia di sviluppatori ogni giorno si dedicano al suo miglioramento. E’ completamente gratuito da installare. 4) Funzionalità del layout WordPress. I temi su WordPress sono migliaia, tutti belli e personalizzabili. Puoi scegliere tra temi gratuiti e temi a pagamento. In più si possono creare pagine all’infinito, cioè non esistono limiti al numero di post o pagine da implementare. 5) Integrazione a 360° con i social network. Con un semplice plugin...
Social Media Management: 6 cose da social media manager

Social Media Management: 6 cose da social media manager

Social Media Management: nel precedente articolo abbiamo elencato le attività giornaliere che ogni web designer dovrebbe inserire nella propria To Do List. Oggi andiamo alla scoperta di cosa fa un social media manager quotidianamente. 😉 1) Rispondere ai messaggi. I social network sono i canali più popolari e diretti per l’assistenza clienti. Patterson afferma che “In questa epoca, ignorare i clienti sui social media è simile ad ignorare lo squillo del telefono”. Quindi il primo compito di un social media manager è rispondere ai messaggi in entrata. 2) Monitorare le menzioni. Sulla nostra to do list della social media management, al secondo posto abbiamo il monitoraggio delle menzioni del brand e in generale della sua reputazione. Utilizzare uno strumento di monitoraggio potrebbe essere utile per avere una panoramica su tutte le conversazioni che ruotano attorno al brand e ai competitor. 3) Creare conversazioni. Dal monitoraggio alla generazione di conversazioni attorno al nostro brand. Il passaparola ( o quello che sul web potremmo chiamare word-of-mouse) è essenziale. Citazioni e condivisioni rafforzano il rapporto tra cliente e brand, ma generano anche brand awareness. 4) Creare il calendario editoriale. Ogni social media manager che si rispetti dedica tempo alla creazione del PED (piano editoriale) e alla programmazione del contenuti. Si possono utilizzare strumenti come Hootsuite per facilitare la social media management quotidiana. 5) Ricerca e studio. Un social media manager deve anche effettuare degli studi e delle ricerche di mercato per capire il settore da pubblicizzare, i prodotti e servizi offerti, le strategie dei competitor e soprattutto per fiutare e cavalcare le nuove tendenze. 6) Intercettare potenziali clienti. Compito del social media...
Web Designer: ecco la to do list del professionista

Web Designer: ecco la to do list del professionista

Web Designer: perché creare una To Do List? Ognuno di noi ha una lista delle cose da fare nel breve o lungo periodo. Su questa lista ci sono obiettivi di vita (viaggi, gli acquisti, la lettura di quel libro da troppo tempo sul comodino) e azioni concrete legate alla nostra attività produttiva. Ovvero, tutte quelle cose che non possiamo rimandare e che vanno necessariamente svolte durante giornata lavorativa. Persi tra mail, richieste dei clienti, scadenze di progetti e tonnellate di lavoro, diventa necessario essere efficienti. Creare una To Do List è una buona soluzione; e vale anche se sei un Web Designer! Allora come ottimizzare il lavoro e il tuo tempo? Mettendo in pratica questi piccoli consigli. Creatività e disegno, ogni giorno. Anche se sei bravissimo nel tuo lavoro, ricorda che la pratica affina la tua bravura e creatività. Ritaglia quindi del tempo, qualche ora della tua giornata, per disegnare. Sia che si tratti di carta e matita o di una tela digitale, quello che devi fare è “giocare” con tonalità, forme, design per allenare il tuo cervello. La creazione di disegni senza obblighi specifici aiuta ad esprimersi meglio e inconsciamente stimola la capacità di progettazione, la velocità e l’innovazione. Aggiornare il portfolio online. Che sia Linkedin o il proprio sito web, l’importante è inserire, monitorare e aggiornare il proprio portfolio. Il portfolio di un web designer definisce il suo progresso, è come un report per tenere traccia dei propri lavori, del punto di partenza e di quello d’arrivo. Inoltre vi permette di essere trovati dai potenziali clienti che cercano professionisti sui motori di ricerca. Assicurati di aggiornare il...
Professione Seo Specialist: come diventare esperti seo?

Professione Seo Specialist: come diventare esperti seo?

Ogni pagina web nasconde un mondo misterioso alle sue spalle. I risultati delle nostre ricerche sono determinati dal buon posizionamento dei contenuti (ottimizzati in ottica seo). Ma ti sei mai chiesto chiesto chi è e cosa fa il Seo Specialist? UnScopriamo questa nuova figura professionale del mondo digital. 😉 Seo Specialist: chi è e cosa fa? Il Seo Menager è un’esperto di traffico online, cioè crea traffico organico verso un sito web. Questo specialista ha infatti due compiti principali:  in primis, soddisfare il bisogno di informazioni degli utenti o intercettare il loro desiderio a compiere un’azione (acquisti online, download, ecc). L’obiettivo principale di questa attività è offrire una pagina di atterraggio ottimizzata, esaustiva e user friendly. secondo step è rendere “appetibili” i contenuti di un sito o blog agli occhi dei motori di ricerca. Questa fase richiede una profonda analisi, l’effettuare ricerche volte a individuare le keyword specifiche e relative al core business. Tra le competenze del seo specialist rientrano: una buona capacità di scrittura, di statistica, conoscenze informatiche (linguaggio html, wordpress, CMS), tecniche on-site e off-site. Come si diventa esperti Seo? Secondo un’indagine del 2015, un seo specialist guadagna tra i 35.000 e gli 80.000 euro annui (in base ai propri anni di esperienza). Ma come si diventa seo specialist? Senza dubbio devi essere un appassionato di ricerca e avido di conoscenza perché questa professione non è statica! Anzi, un seo manager dovrà aggiornarsi costantemente. Step utile per avvicinarti al mondo del web content è sicuramente un buon corso base di formazione, come il corso seo e web content della nostra Accademia. Questo ti permetterà di avere una...
Fotoritocco e Design: 3 app per smartphone

Fotoritocco e Design: 3 app per smartphone

Oggi andiamo alla scoperta delle app fotoritocco per effettuare modificare foto o disegnare direttamente dal proprio smartphone. Buona lettura! 😉 Photoshop: l’app fotoritocco per cellulare Photoshop ha presentato l’app fotoritocco ottimizzata per gli smartphone Android e per l’iPhone attraverso due tipologie: Photoshop Mix Photoshop Fix Entrambe le versioni app sono intuitive e integrate con Adobe Creative Cloud per lavorare anche da desktop. Photoshop Mix serve per ritagliare, unire e creare immagini o foto; ovunque tu sia tramite dispositivi mobile. Con Photoshop Mix puoi anche fondere livelli e applicare effetti su iPhone, iPad o dispositivi Android, tutti compatibili con Photoshop CC. Le caratteristiche di Photoshop Mix sono: Unione tra porzioni di foto e immagini differenti Ottimizzazione delle immagini Condivisone con la community Behance Con Photoshop Fix si possono invece correggere le immagini con rapidità. L’app prevede: Ritocco e restauro per correggere le immagini Modifica e regolazione dei colori, del contrasto, saturazione e messa a fuoco Uso di file di grandi dimensioni modificabili (64 megapixel) senza rallentamenti o arresti improvvisi. Se invece puoi approfondire l’uso di photoshop, imparando tutti i segreti di questo software, ti consigliamo il nostro corso Photoshop Roma. Richiedi una consulenza gratuita. 🙂 Canva, il design a portata di mano. Canva, strumento famoso per l’integrazione con Facebook, ha una sua versione mobile gratuita per iOS. Ricco di contenuti da personalizzare e intuitivo nell’uso, permette di creare grafiche in pochi passaggi. Si passa con facilità dal formato predisposto già ogni social media alla possibilità di realizzare brochure. Milioni di immagini, font e layout gratuiti. Inoltre, questa app design e fotoritocco offre la possibilità di upload dei nostri contenuti, loghi...
Immagini vettoriali gratis: ecco 5 siti per scaricarle

Immagini vettoriali gratis: ecco 5 siti per scaricarle

Se sei un web designer sicuramente anche tu farai uso di risorse vettoriali per Illustrator. La grafica vettoriale viene adoperata nella progettazione di loghi, brochure e volantini. Il plus di una immagine vettoriale sta nel fatto che essa può essere ingrandita o rimpicciolita senza perdere qualità.Sviluppare un’immagine vettoriale necessita soprattutto di creatività. Per questo motivo potrebbe essere utile trarre ispirazione o poter scaricare immagini vettoriali gratis da molti siti di settore. Ti sei mai chiesto, dunque, dove scaricare immagini vettoriali gratis? Scopriamolo nel nostro articolo. Immagini vettoriali gratis da scaricare In rete ci sono tantissimi siti che permettono di scaricare risorse vettoriali per Illustrator. Spesso però nell’effettuare ricerche di risorse vettoriali per Illustrator, capita di trovare l’immagine giusta ma di scoprire poi che va acquistata. Abbiamo pertanto deciso di segnalarvi 5 siti per scaricare vettoriali gratis. 5 siti per scaricare vettoriali gratis Designers Revolution: la potremmo definire la community dei graphic designer dove caricare il proprio portfolio (usufruendo così di una propria vetrina) o visionare immagini vettoriali gratis da scaricare. Vecteezy immagini vettoriali gratis: tante proposte (icone, sfondi, pattern, ecc) per Illustrator da scaricare gratuitamente o in versione premium. FreeVector: nato nel 2004, rappresenta il database più completo di risorse vettoriali per Illustrator. Prevede, come suggerisce il nome, il download gratuito delle immagini vettoriali. Vettoriali Gratis: silhouette, banner, sfondi e molto altro a portata di click su questo sito intuitivo e facile da usare anche per i web designer meno esperti. Vexels: un’interfaccia creativa e dalla massima usabilità è l’elemento chiave di vexels.com Integrato con i social, permette di scaricare immagini vettoriali gratis in pochi click (ma previa registrazione)....
Professione Graphic Designer: strumenti indispensabili

Professione Graphic Designer: strumenti indispensabili

Tutti i lavori necessitano del kit giusto per poter svolgere bene i propri compiti. Strumenti ed elementi essenziali da cui non si può prescindere. Quali sono ad esempio quelli per svolgere la professione graphic designer? Scopriamolo nel nostro articolo. 😉 Professione Graphic Designer: 5 strumenti per fare graphic design Sembrerà scontato ma tra gli strumenti indispensabili per fare graphic design rientrano: Computer: se vuoi diventare graphic designer sappi che passerai tra le 8 e le 10 ore al giorno al computer. Il tuo lavoro infatti è svolto al 70 % proprio tramite questo strumento. Scegliere un buon pc sarà dunque un compito da non poco. Ricorda però che oltre al pc, è necessario disporre anche dei programmi giusti! Smartphone: che sia android o iOS, il tuo smartphone sarà il tuo miglior amico. Utile per rispondere alle e-mail di lavoro quando sei fuori ufficio. Inoltre, con la fotocamera puoi fotografare manifesti o qualsiasi cosa ti colpisca; in questo modo potrai prenderne note e rivedere il tutto con calma successivamente. Infine, sempre grazie all’ausilio della fotocamera puoi fotografare uno schizzo appena fatto ed inviarlo al tuo pc per vettorializzare poi il disegno. Tavola grafica: se sei un disegnatore è fondamentale per svolgere tutti i tuoi lavori in tempi brevi. In commercio ne esistono alcune che possono essere definite dei veri e propri schermi interattivi. Moleskine o blocco da disegno: molti progetti partono proprio così, da disegni su carta. Disegni, fumetti, illustrazioni necessitano del vecchio metodo: carta e penna (o matita). Portfolio: averne uno è necessario per farci conoscere. Un portfolio, a nostro avviso, dovrebbe essere consultabile online o tramite il proprio sito...
Graphic Design: 4 designer famosi che (forse) non conosci.

Graphic Design: 4 designer famosi che (forse) non conosci.

Ovunque c’è un’immagine c’è bisogno di un esperto di graphic design. Una consapevolezza non da poco. Costui infatti non è solo un attento osservatore della realtà, ma deve saper comunicare attraverso un’immagine visiva la propria idea. Immagini, colori, disegni e stili diversi sono usati per raggiungere il target aziendale. Linguaggi diversi che permettono una versatilità non indifferente. Il graphic designer sa abilmente passare dalla progettazione di una campagna pubblicitaria a un bigliettino da visita, dall’impaginazione di un file per la stampa alle grafiche per il web. Ma come si diventa un esperto del design? E chi sono i designer famosi della storia? Scopriamolo insieme. 4 designer famosi a cui ispirarsi Vi siete mai chiesti chi sono i designer famosi dell’ultimo secolo? Stilare classifiche non è mai semplice. Talvolta infatti è riduttivo, soprattutto perché entrano in gioco pareri personali di chi scrive. Eppure nella nostra vita reale continuamente produciamo o siamo soggetti a classifiche (talvolta competitive) che evidenziano le preferenze nostre e altrui.Tra i designer famosi, per noi di Umana Creative Academy, non possono non rientrare questi 4 nomi: Paul Rand, classe 1914. Definito il più grande graphic designer, associato al restyling del logo IBM. I suoi lavori hanno gettato le basi per quella che oggi noi tutti definiamo corporate identity. Le sue peculiarità: semplicità e modernità. Milton Glaser, classe 1929. Glaser è associato al suo celebre logo I LOVE NEW YORK, creato per rilanciare lo sviluppo urbano della città. Oggi le emoticon hanno sostituito completamente le parole, ma a quei tempi era una trovata geniale rappresentare un sentimento (e la parola love associata) con un cuore. Da qui il successo che...

Error: Please enter a valid email address

Error: Invalid email

Error: Please enter your first name

Error: Please enter your last name

Error: Please enter a username

Error: Please enter a password

Error: Please confirm your password

Error: Password and password confirmation do not match