User Experience Design: che cos’è, a cosa serve, perché è importante

User Experience Design: che cos’è, a cosa serve, perché è importante

Il concetto di user experience design è ormai sempre più diffuso tra chi si occupa di sviluppo siti web (e non solo). 

I siti web e le applicazioni sono diventati progressivamente più complessi con l’avanzare delle tecnologie e delle metodologie del nostro settore. Quello che, fino a qualche anno fa, era percepito come uno strumento statico unidirezionale si è evoluto in un’esperienza molto ricca e interattiva.

Il punto focale di ogni sito web, a prescindere da come lo si produce, è legato alla risposta ad una sola domanda: in che modo gli utenti lo percepiscono? Quanto è semplice e piacevole da utilizzare? La risposta positiva a questi quesiti favorisce la fidelizzazione dell’utente e la possibilità che questi compiano le azioni che vogliamo che facciano.

Vediamo ora che cos’è la user experience e in che modo influisce sulla navigazione della tua applicazione web.

Tutto quello che devi sapere sulla user experience

Per User Experience design (o UX design) intendiamo tutte quelle pratiche volte a favorire reazioni ed emozioni positive quando un soggetto si interfaccia con un prodotto o servizio web. Si tratta, dunque, di un elemento della progettazione che mette al centro l’esperienza dell’utente e la piacevolezza dell’interazione con la nostra applicazione digitale. Vediamo ora tutto quello che c’è da sapere su questo argomento.

LEGGI ANCHE – Grafica per l’e-commerce farmaceutico: ecco come sceglierla

Che cos’è la user experience

Per user experience design (abbreviata in UX) intendiamo, come abbiamo detto, tutti quei processi atti ad accrescere la soddisfazione dell’utente migliorando l’usabilità di un sistema, la sua facilità di utilizzo, l’intuitività e l’interazione. 

Il sistema potrebbe essere un sito Web, un’applicazione web o un software desktop e, in contesti moderni, è generalmente indicato da una qualche forma di interazione uomo-computer. 

Il concetto è stato introdotto da Donald Norman quasi venti anni fa ma c’è ancora molta confusione sul termine “esperienza d’uso”, che viene spesso utilizzato come sinonimo di “usabilità”. In realtà, l’usabilità è solo una delle componenti della UX experience: un sito web può essere usabile senza però offrire una piacevole esperienza d’uso.

Tra le discipline che un user experience designer dovrebbe conoscere, troviamo ad esempio:

  • Information architecture;
  • Usability engineering;
  • Human factor;
  • Human-computer interaction;
  • Communication design;
  • Marketing;
  • Branding.

Il fine ultimo di questo processo è sempre quello di ottimizzare l’esperienza dell’utente, fornendogli esattamente ciò che desidera, senza complicazioni.

Nel lavoro dell’UX designer, dunque, è importante evitare tutti quegli errori che possono influire durante la creazione di un sito web, di un e-commerce o di un blog, prestando attenzione durante la parte dello sviluppo. Un buon risultato viene raggiunto non solo attraverso il giusto accostamento di forme e colori, ma anche tramite contenuti accattivanti, call to action ben posizionate, fluidità di navigazione e facilità di comprensione dei processi.

Per Donald Norman:

“Nessun prodotto è un’isola. Un prodotto è più del prodotto. È un insieme di esperienze coesive e integrate. Pensa a tutte le fasi di un prodotto o servizio, dalle intenzioni iniziali alle riflessioni finali, dal primo utilizzo all’assistenza, all’assistenza e alla manutenzione. Fai in modo che tutti lavorino insieme senza problemi. “

UI Design: che cos’è?

Quando parliamo di user experience, spesso associamo a questo concetto anche quello di UI design. Ma di cosa stiamo parlando quando parliamo di UI e UX design?

L’UI design (acronimo di User Interface design) è in realtà un sottoinsieme dell’UX design e riguarda la parte visuale del processo.

Se, come abbiamo detto, la User Experience si focalizza sulle azioni volte all’ottimizzazione di un prodotto, l’UI design si occupa prettamente della presentazione del prodotto stesso (o del brand, del servizio, dell’azienda). Essendo anche l’UI design un territorio multidisciplinare, è importante per fare questo lavoro possedere conoscenze di brand design e/o front end development, nonché di graphic design.

L’UI designer si occupa, dunque, di tutto ciò che riguarda la parte visual e interattiva di un prodotto web, in primis l’interfaccia che si presenta all’utente e che rappresenta il primissimo impatto con il brand. L’obiettivo è quello di innescare un senso di fiducia nell’utente, guidandolo attraverso il sistema web.

Benefici dell’UI e UX Design

Ora che abbiamo visto che cos’è l’user experience per il web, riassumiamo i principali benefici di questo insieme di processi:

  • Grandi vantaggi soprattutto per i sistemi complessi: più il sistema è complesso, più la pianificazione e l’architettura saranno necessarie. Le applicazioni Web ricche di interazione e i siti di e-commerce trarranno grandi benefici dall’UX Design;
  • Creazione di un sistema agibile e piacevole da fruire per l’utente: il senso di fiducia è fondamentale per vendere un prodotto o un servizio. Creare un sistema di navigazione guidata aiuta moltissimo la conversione.

Come hai potuto vedere, l’user experience design è davvero di vitale importanza e richiede studio e competenze molto solide. Per rendere il tuo sito web, la tua app o il tuo e-commerce a misura di utente, contattaci: i nostri esperti sapranno consigliarti verso la soluzione migliore per te.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Error: Please enter a valid email address

Error: Invalid email

Error: Please enter your first name

Error: Please enter your last name

Error: Please enter a username

Error: Please enter a password

Error: Please confirm your password

Error: Password and password confirmation do not match