Cattive abitudini di email marketing: ecco quali abbandonare

Cattive abitudini di email marketing: ecco quali abbandonare

Cattive abitudini di email marketing? Meglio perderne alcune. Perché la comunicazione via email è ancora attiva e utile e voi dovete usarla al pari delle altre strategie di comunicazione. Una volta acquisita la padronanza della creazione di contenuti di posta elettronica di base, sarete in una posizione migliore per sperimentare e testare determinati componenti dell’iter. Nel panorama delle “lettere” ultra-competitive di oggi, è necessario eseguire test per scoprire cosa spinge i destinatari specifici ad aprire, leggere e fare click. Mentre i contenuti e il design corretti sono riconosciuti componenti necessari per il successo, i test di esecuzione vi aiuteranno a capire come emergere nella scala di valori dei vostri clienti. E per capire cosa testare, è utile rivisitare le strategie attuali e considerare quali potrebbero essere le cattive cose acquisite. Buona lettura.

Cattive abitudini di email marketing? In questo articolo, esploreremo cosa non fare, utile quanto il dover fare. Ecco 3 snodi essenziali:

  • Non utilizzate sempre lo stesso nome del mittente
    Invece di inviare semplicemente un’email col nome della vostra azienda, potreste fornire il nome di un dipendente. L’importante è che non sia falso o fuorviante. Un esempio? Chubbies, una compagnia di moda maschile con oltre 1,5 milioni di follower su Facebook, è nota per essere creativa con i suoi nomi. Usate le sue comunicazioni come fonte di ispirazione.
  • Non trattate la tua linea tematica in modo troppo standard
    I consumatori sono inondati di email per tutto il giorno, il che significa che la linea dell’oggetto è l’unico fattore che permetterà a qualcuno di aprire il vostro messaggio. Non solo. L’occhio apre ed analizza senza leggere. Formattate bene il testo e create numeri ed elenchi puntati. Sarete più appetibili dei vostri competitors.
  • Non compilate automaticamente il testo di anteprima 
    Ci sono molti software che lo fanno ma il dono della sintesi non appartiene alle macchine. Solo voi farete un gran lavoro e non sarà tempo perso perché spesso le 3 righe di summa sono quelle che leggono di più. Guardate la creatività di Crate and Barrel che scrive il testo di anteprima come un’estensione della loro linea dell’oggetto e crea uno spazio bianco accattivante.

Le cattive abitudini di email marketing non sono solo queste. Raccontateci la vostra storia scrivendo qua e vi aiuteremo ad individuare le vostre. Non solo. Tra grafica, design, web marketing e social siamo in grado di aiutare il vostro business in diversi modi.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Error: Please enter a valid email address

Error: Invalid email

Error: Please enter your first name

Error: Please enter your last name

Error: Please enter a username

Error: Please enter a password

Error: Please confirm your password

Error: Password and password confirmation do not match